I crediti di Clark Gable

Filippo Nanni di Filippo Nanni

imageDoris Day tiene un corso di giornalismo e sostiene la necessità dell’istruzione per chi lavora nelle redazioni. Clark Gable è un cronista esperto che invece crede solo nella gavetta. Il film “Dieci in amore” è del 1958. Lui finge di essere un allievo del seminario per provocare l’insegnante. Lei gli spiega che i giornali, con l’avvento della radio e della televisione, sono obbligati a cercare nuove formule, obbligati ad approfondire la notizia. Sembra un dialogo ascoltato una settimana fa, un mese fa. Invece è passato più di mezzo secolo e se oggi un regista pensasse a un remake non avrebbe bisogno di riscrivere i dialoghi. Considerazione un po’ amara: diciamo sempre le stesse cose, non ci annoiamo mai. Ma adesso una novità c’è: siamo obbligati a seguire i famosi programmi di aggiornamento professionale. Corsi, ormai si può dire, non sempre qualificati. E allora, tutto sommato, anche la visione di “Dieci in amore” potrebbe assicurare un paio di crediti. L’etica di Doris, il mestiere di Clark. E ne riparliamo tra 50 anni.